fbpx
Scroll to top

Olio al rosmarino dalle mille proprietà: la ricetta per prepararlo in casa

Per la corretta conservazione di sott’oli e di conserve fatte in casa Sagra vi invita a leggere con attenzione le linee guida del Ministero della salute.

L’olio al rosmarino è saporito e delicato. Perfetto per insaporire i tuoi piatti o per preparare semplici bruschette. Una boccetta d’olio al rosmarino nella tua cucina renderà possibile imbastire deliziosi aperitivi anche all’ultimo minuto!

Il rosmarino, con il nome scientifico Rosmarinus officinalis, è una pianta aromatica originaria dell’area mediterranea. Si tratta di una pianta nota per la sua fragranza, ma anche per le sue proprietà terapeutiche, oltre a quelle culinarie. Per questo motivo, l’olio al rosmarino è uno dei migliori rimedi naturali che si possono avere a casa, con un gran numero di usi e benefici.

In questo articolo scoprirai a cosa serve l’olio al rosmarino e come si prepara.

due piccole bottiglie di olio aromatizzato al rosmarino e mazzetto di rosmarino fresco

Non solo un un condimento

Dal suo valore gastronomico come ingrediente in cucina, alle sue molteplici proprietà benefiche per la pelle, quest’olio aromatizzato è un must have in ogni cucina italiana.

Quali sono i benefici dell’olio al rosmarino?

      • Può far bene ai capelli: può aiutare a curare e pulire tutti i tipi di capelli e cuoio capelluto. Migliorando la salute dei capelli, e stimolandone la crescita, può aiutare ad eliminare la forfora.
      • Aiuta a combatte l’alitosi: usato come collutorio, diluito in acqua, le sue proprietà antibatteriche possono aiutare a combattere l’alitosi e donano una piacevolissima freschezza.
      • Può aiutare contro i dolori mestruali: applicato localmente con un massaggio al basso addome, può aiutare a calmare il dolore e il gonfiore che le mestruazioni possono causare.
      • Fa bene alla pelle: le sue molteplici proprietà possono aiutare a combattere sia alcuni inestetismi cutanei che i segni del tempo.
      • Può essere usato come antinfiammatorio naturale: è un rimedio naturale che può essere utile in caso di infiammazione articolare.
      • Ti rende più intelligente: ok, forse è un’affermazione un po’ esagerata. Esistono però degli studi secondo i quali pare che l’odore forte e gradevole del rosmarino stimoli il sistema nervoso e aiuti la memoria.
      • È un fantastico deodorante per ambienti: una fragranza naturale che non annoia mai.
      • Non piace alle zanzare: e quindi piace a noi!
oliva da spemitura

RICETTA

Come preparare l’olio al rosmarino

Preparare l’olio aromatizzato al rosmarino è molto semplice e avrai bisogno di pochissimi ingredienti. Se hai un orto in casa, magari allestito sul balcone, e hai a disposizione del rosmarino fresco quello che ti serve è solo il giusto olio. Scegli l’olio Extra Vergine d’oliva Sagra Classico, l’olio EVO sembra essere il migliore per la preparazione di conserve sott’olio per le sue proprietà antiossidanti.

Gli ingredienti sono relativi alla preparazione di due bottigliette d’olio aromatizzato da 250 ml ciascuna. I tempi di cottura, se non siete in possesso di un termometro da cucina variano a seconda della quantità d’olio usato (5 minuti per 250 ml, 10 minuti per 500 ml e così via…).

Ingredienti

Utensili

  • Due bottiglie di vetro con collo largo e chiusura ermetica.
  • Termometro da cucina (opzionale)

PROCEDIMENTO

Procedimento dell’olio al rosmarino

Lavare il rosmarino e asciugarlo con cura. Versare l’olio extravergine d’oliva in una pentola. Prima di accendere il fuoco porre nella pentola i rametti di rosmarino ben asciugati (non devono essere presenti tracce d’acqua). Accendere il fuoco a fiamma bassa. Mescolare delicatamente con un mestolo in modo che il rosmarino e l’olio si amalgamino bene facendo attenzione a non danneggiare i rametti di rosmarino.

Se hai un termometro da cucina misura la temperatura e spegni la fiamma quando l’olio raggiunge i 90°. In alternativa lascia l’olio sul fuoco a fiamma bassa per 10 minuti e non oltre (tempistica relativa a 500 ml d’olio d’olio, 5 minuti se si tratta di 250 ml). Spegnere la fiamma e attendere che l’olio sia a temperatura ambiente.

Con delle pinze da cucina estrarre i rametti di rosmarino integri e inserirli nelle bottigliette che avete scelto. Versare nelle bottiglie l’olio e chiudere ermeticamente.

Per la corretta conservazione di sott’oli e di conserve fatte in casa Sagra vi invita a leggere con attenzione le linee guida del Ministero della salute.

Usi dell’olio al rosmarino in cucina

Il rosmarino è un ingrediente tipico delle ricette italiane. Unito all’olio si crea un connubio delizioso e facilissimo da abbinare con i sapori mediterranei. Puoi usare l’olio al rosmarino per condire verdure, arrosti, pane per bruschette, minestre (è favoloso con la vellutata di zucca), e tutto ciò che si sposa bene con questa pianta aromatica dal profumo intenso!

Trucchi e tecniche